La Fondazione Laurini

Nata il 9 luglio 2018 su iniziativa di Francesco e Giancarlo Laurini, d'intesa con l'Amministrazione Comunale di Tito, con la quale da molto tempo erano in corso contatti per la realizzazione di un progetto di valorizzazione dell'antico Palazzo di famiglia, ubicato nel Centro storico del Paese, con l'obbiettivo di crearvi un Centro museale archeologico e culturale a disposizione della Comunità titese, oltre che di studiosi, ricercatori e turisti, che sempre più numerosi scoprono e visitano la Basilicata.

Il Centro ospiterà anche l’Istituto del Simbolo, creato dal compianto prof. Lorenzo Ostuni, i cui figli Vincenzo e Angelica hanno partecipato, unitamente alla madre Fiorella Fiore, alla costituzione della Fondazione e sono fortemente impegnati nella organizzazione dell’Istituto.

Nel Palazzo sarà collocato, oltre alle opere letterarie e artistiche del prof. Ostuni e una parte dei 180 specchi da lui incisi, l’archivio della famiglia Laurini, con la presentazione dello studio medico del dottor Filippo Laurini, padre dei fondatori.

Il patrimonio della Fondazione è costituito dal Palazzo in Tito alla Via Borgo San Donato n. 8 e dai primi cinque “specchi” incisi da Lorenzo Ostuni e donati dai suoi eredi alla Fondazione in occasione della costituzione.